La Ternana Calcio Femminile comunica quanto segue sul ricorso inoltrato dopo la gara dei quarti

In sede di sorteggi martedì 21 l'Amministratore Unico Raffaele Basile aveva dichiarato quanto segue: "Un sorteggio importante dove ci vede in una parte di tabellone difficile, ma al di là di tutto l’importante è che vengano risolti tutti i dubbi sui tesseramenti delle partecipanti prima della data d’inizio. Nessuno è colpevole finché non c’è una sentenza definitiva, ma questa deve arrivare prima della data d’inizio per non mettere a rischio lo svolgimento della manifestazione, capendo anche se il tabellone potrà avere eventuali modifiche. Comunque sia massima fiducia nell’operato del nuovo corso della Divisione e della Giustizia Sportiva.” Ad oggi, giorno dei quarti di finale contro il Montesilvano, i dubbi sono solo aumentati. Il Tribunale Federale Sez Tesseramenti del 23 febbraio 2017 dichiara la posizione della giocatrice Giulia Domenichetti regolare perché la stessa ha presentato in data 26 novembre 2016 le dimissioni alla società Falconara come allenatrice delle giovanili, riconoscendo in modo assurdamente non regolare che a un tecnico basti dimettersi per essere tesserato all'interno dei quadri tecnici di un'altra società. Una vera e propria presa in giro nei confronti in primis di tutti i tecnici che negli anni hanno dovuto sottostare a una regola discutibile, ma precisa e chiara. Le dimissioni di un tecnico come tutti sanno, hanno effetto solo sul lato dell'accordo economico e non sul tesseramento che rimane in corso per tutta la stagione. A tutto ciò si assomma una posizione irregolare di un ulteriore giocatrice che dallo scorso anno è stata tesserata con documenti non in regola. Adesso è arrivato il momento di interrompere un sistema che fino ad oggi ha permesso ad alcune società di comportarsi non in linea con le regole, proprio per questo abbiamo appoggiato il cambiamento al vertice della Divisione. Fermare tutto ciò non significa solo mettere un punto finale a una storia che ormai è diventata troppo lunga e dai toni grotteschi. Avevamo chiesto luce, è stata fatta ancora più confusione. Se tra un mese o chissà quando verrà  data ragione a chi ha fatto ricorso cosa accadrà? si rigiocherà il campionato e la coppa? Quanto ancora il mondo femminile deve sopportare questa situazione? E infine perché proteggere un caso così chiaro e senza alcun dubbio rimescolando le carte ogni volta? Credibilità e tolleranza zero, eppure giocatrici in posizione non regolare continuano a scendere in campo senza punire ne società di appartenenza ne le stesse. Ricordiamo che in altri casi: nella Coppa del 2009 e del 2014 si fermarono giocatrici e squadre annullando addirittura una finale, per molto molto meno. E oggi?"




PROSSIMA PARTITA
TERNANA CALCIO FEMMINILE - SPORTING LOCRI
26 MARZO 2017 ORE 16.00 PALAZZETTO PALA DI VITTORIO (TR)